Navigando sul Web, ci si imbatte frequentemente in testi formattati in maniera scorretta e spesso anche poco decifrabile. Questo tipo di errori è causato sia da una scarsa cura nella scrittura del linguaggio che da un uso errato della spaziatura nella punteggiatura. Ci sono delle regole che dovrebbero essere sempre rispettate soprattutto nella videoscrittura perché le macchine non sono in grado di interpretare il senso del contenuto.

Le regole principali sono:

  • I segni di punteggiatura devono sempre essere adiacenti (senza spazi) alla parola precedente e seguiti da uno spazio, e non viceversa.
  • Le parentesi e le virgolette si aprono adiacenti alla parola che segue e si chiudono adiacenti alla parola che le precede.
  • Trattini (segno -): lo spazio va posto sia prima che dopo. Per esempio: “Fermati – disse Mario – e lui si fermò.”
  • L’apostrofo non vuole spazi né prima né dopo.
  • Il trattino di unione (p.e.: e-commerce) non vuole spazi né prima né dopo.
  • Gli elementi separatori (trattini o slash) nelle date (p.e.: 22-03-2016 o 22/03/2016) non vogliono spazi né prima né dopo.

I segni di punteggiatura sono:

  • la virgola {,}
  • il punto e virgola {;}
  • i due punti {:}
  • il punto interrogativo {?}
  • il punto esclamativo {!}
  • i puntini di sospensione {…}
  • l’indicatore di numero ordinale {°}

Per ultimo alcuni consigli di “educazione grammaticale”:

  • I puntini di sospensione sono sempre e solo tre…
  • Non utilizziamo troppi punti esclamativi, uno basta e avanza!
  • Ed evitiamo di mettere il punto al termine di un titolo. (ma questo non è un titolo!)

Riferimenti:

Tags